Bari-Palermo in numeri: rosanero, che solidità! Ma Galano cerca il bis

di Davide Rega
articolo letto 5087 volte
Foto

La sfida al vertice fra Bari e Palermo, match clou della 18.a giornata del campionato di Serie B, sarà un crocevia fondamentale per il prosieguo della stagione. Una sfida complicata, di difficile lettura e che richiama alla luce un passato non troppo remoto, nel quale il Bari di Ventura sommergeva di reti il Palermo di Cavani e Pastore. Da allora ne è passata di acqua sotto i ponti, e Bari e Palermo si ritrovano a dover risalire la china.

Per il momento i numeri stanno dando ragione alle due squadre che, fatta eccezione per l'intrusione del Parma in vetta, stanno mantenendo un ruolino di marcia da promozione diretta. Il Bari ha di gran lunga il miglior rendimento casalingo, con otto vittorie e una sola sconfitta. I galletti hanno anche il secondo miglior attacco complessivo dopo l'Empoli, ma stanno faticando fin troppo in difesa, in particolar modo in trasferta dove hanno subito 17 delle 22 reti incassate. Il Palermo invece sta mantenendo un rendimento migliore in trasferta piuttosto che al Barbera. I rosanero non hanno ancora perso nelle gare esterne, soprattutto per merito di una difesa ermetica che ha subito appena sei reti. Merito del 3-5-1-1, modulo di gioco scelto da mister Tedino, che al contempo offre copertura e opportunità di ripartenze veloci.

In una gara decisiva e importantissima mancherà la classica ciliegina sulla torta. Non potrà avere luogo il confronto fra i due migliori bomber, Galano da una parte e Nestorovski dall'altra, autori rispettivamente di 11 e 10 reti fino a questo momento. Il macedone, infatti, non sarà della partita a causa di una lesione al retto femorale destro, che lo terrà lontano dai campi di gioco per almeno tre settimane. Galano, dal canto suo, cercherà di ripetersi contro il Palermo, avendo già trafitto i rosanero in passato: da cineteca il suo gol, un esterno sinistro di rara precisione, nella gara persa per 2-1 al Barbera nell'annata 2013-14; in quella stagione che, come molti ricorderanno, culminò con l'ormai celebre rimonta e il sogno Serie A accarezzato.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI