Ridotta l'inibizione a Giancaspro e ottomila euro di ammenda al club

di Mario Caprioli
articolo letto 10635 volte
Foto

E' stato accolto parzialmente il ricorso del Bari dopo l'inibizione di tre mesi inflitta a Giancaspro e l'ammenda di 20mila euro comminata al club biancorosso conseguenti al mancato pagamento dei contributi del bimestre gennaio/febbraio. La Corte d'Appello Federale ha ridotto entrambe le sanzioni: un mese di inibizione per il patron e 8mila euro di ammenda alla società.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy