SEZIONI NOTIZIE

Storie biancorosse, Tovalieri a TuttoBari: "Tre anni bellissimi. La società mi vendette per fare cassa. Quelle vittorie a S. Siro..."

di Giovanni Gaudenzi
Vedi letture
Foto

Soli tre anni a Bari sono bastati, a Sandro Tovalieri, per diventare una bandiera di questi colori. Ottantadue presenze e 40 gol, tra B ed A, dal 1992 al 1995, hanno permesso all’attaccante romano di entrare di diritto nel cuore dei tifosi baresi. Sentimento assolutamente ricambiato dal “Cobra”, come rivela lui stesso in un’intervista esclusiva ai nostri microfoni: “Quando arrivai, trovai una squadra un po’ in difficoltà, ma, dopo l’arrivo di Materazzi al posto di Lazaroni, ci fu un periodo di buoni risultati, interrotto da un’inopinata sconfitta con la Ternana ultima della classe. Da lì in poi, non riuscimmo a rientrare nella lotta per la promozione in massima serie. Personalmente, feci comunque nove reti, e lì è nato l’affetto della gente che resta intatto ancora oggi, dopo un trentennio. Però gettammo basi importanti per l’anno seguente, che ci vide tornare nel campionato che compete a questa piazza.”

La risalita nel massimo campionato, ed una salvezza in massima serie degna di essere ricordata: “Le annate di Bari sono state tutte belle, ricordo l’ultima gara in casa, che sancì la promozione in A, con sessantamila persone sugli spalti. Ebbi un infortunio, che non mi permise di giocare, ma certe emozioni restano indelebili. Non scorderò mai la felicità di quel giorno. In A, siamo stati sempre applauditi, a metà campionato eravamo vicini alla zona Uefa. Davamo sempre tutto, in campo, e questo il pubblico ce lo ha sempre riconosciuto.”

Una stagione con numeri importanti, anche a livello personale: “Riuscì a mettere a segno 17 gol, in una A di livello assoluto, con tantissimi grandi campioni. Vincemmo per la prima volta nella storia per due volte a S. Siro, contro Inter e Milan. Quell’annata è indimenticabile, fu una salvezza bellissima. Io sarei rimasto per decenni, stavo benissimo. Quando la società ha deciso di vendermi all’Atalanta, per fare cassa, ci sono stato male. La gente sa che non fu una mia decisione. “

Altre notizie
Domenica 11 aprile 2021
20:10 Serie C Girone C - La Ternana non si ferma, la Cavese ritrova i tre punti. Vincenti anche Monopoli, Catania e Bisceglie. Risultati e classifica 20:00 Copertina Ad Avellino lo specchio di una stagione. Vincere i playoff? Solo gli illusi così posson sperare… 19:00 In Primo Piano Pubblico al Partenio, i baresi insorgono: "Hanno sconfitto il Covid?" 18:00 News Pres. Potenza: "Girone C squilibrato, non si possono mettere insieme tutte le big" 17:00 Lettera del Tifoso "Abbiamo diritto a risposte precise"
16:00 In Primo Piano Il Bari e l'allergia agli scontri diretti. In tre anni con i DeLa mai un successo 15:00 News Allenamenti: Bari in campo lunedì per iniziare a preparare la gara contro il Palermo 14:00 News Da Avellino: "Partita a scacchi. Tante scaramucce, scontri accesi. Carriero ovunque" 13:00 In Primo Piano Modulo, cambi, centrocampo: tutto quello che non ha funzionato ad Avellino 12:00 News Fella: "Avevo avvisato lo speaker: all'80' preparati col mio nome" 11:00 News L'Avellino esulta. Silvestri: "Emozionato, dopo anni di delusioni" 10:00 In Primo Piano CdM - Il Bari si scioglie anche ad Avellino. Confuso, abulico 09:00 News GdS - Bari non pervenuto. Avellino, entusiasmo alle stelle 08:00 News Rep - La delusione più grande. Squadra non all'altezza delle aspettative dei tifosi 07:00 In Primo Piano I numeri: ad Avellino l’1-0 è ormai un habituè. Terzo ko nelle ultime 4 trasferte. Cianci a secco dal derby contro il Foggia 00:00 News TuttoBari è #social: tutti i modi per seguirci
Sabato 10 aprile 2021
23:00 News Avellino, Carriero: “Partita dura, si è giocato poco. Ha vinto chi aveva più fame” 22:00 In Primo Piano Il migliore in campo - Di Cesare lotta ma non basta per evitare il ko del Partenio 21:00 News Avellino, Braglia: “Hanno trovato un Avellino tosto e compatto. Secondo posto quasi blindato” 20:05 News Rolando: "Dispiaciuti per il risultato ma non dobbiamo abbatterci. L'Avellino ha avuto più cattiveria"