SEZIONI NOTIZIE

Cornacchini suona la carica. Come uscire dal periodo no

di Gabriele Bisceglie
Vedi letture
Foto

“Ci vuole un atteggiamento maturo. I ragazzi hanno capito cos'abbiamo sbagliato contro la Turris, che è comunque un'avversaria di livello, ma ora bisogna ripartire come se non fosse successo niente”. Con queste parole mister Cornacchini ha dato inizio alla consueta conferenza della vigilia e, di fatto, archiviato definitivamente la trasferta di Torre del Greco. Assieme a tutti i malumori e dibatti scaturiti. Adesso, c’è solamente voglia di riprendere il cammino, innescando nuovamente quella marcia che sembrerebbe dimenticata. La ghiotta occasione, per il mister e la squadra, capita già domani. Ospite al San Nicola un Marsala terzo in classifica, certamente ostico, ma che non potrà permettersi di rifare quella partita “sporca” tanto criticata nel girone d’andata, aiutato dal campo ai limiti della praticabilità.

“Può e deve essere la partita di tutti, non serve stare a dire chi gioca e chi non gioca. Dobbiamo essere motivati a far bene dopo una settimana particolare, non possiamo perdere la concentrazione”, ha proseguito Cornacchini. Mai come in questa partita la concentrazione non deve assolutamente mancare. Non ci sono più scusanti, lo “schiaffo” preso dal diretto concorrente dovrebbe aver ridato quella verve mancata in questo periodo. Cornacchini, con la frase precedente, ha voluto tenere sulla corda tutti i propri uomini, in particolar modo le cosiddette “riserve” che ora possono veramente farsi notare, sfruttando le non perfette prestazioni dei titolari.

In questo periodo di appannamento, un messaggio chiaro viene mandato anche ai senatori del gruppo. Assieme al mister, i calciatori più esperti devono aiutare quelli più giovani, facendo capire come affrontare con serenità le problematiche attuali.

L’allenatore ha infine suonato la carica: “Non possiamo avere paura dell'avversario, ma non bisogna sottovalutare chi sta di fronte". Questo segnale lanciato dovrà essere ben recepito da chiunque scenda in campo. Basta prestazioni sottotono, così come disattenzioni dovute alla presunzione di superiorità. Da domani e per tutto il girone di ritorno, deve rientrare in scena quel Bari leader del proprio girone d’appartenenza. Per ricominciare a correre, senza fermarsi più.


Altre notizie
Mercoledì 17 Luglio 2019
12:00 News Di Marzio: "Bari? Mercato super, squadra da B" 11:00 Serie C Il pallone ufficiale della prossima stagione. FOTO 10:30 News Rep - Nuovo Bari nel segno di quello di Catuzzi 10:00 In Primo Piano GdS - Oggi il nuovo Bari. Fiorentina senza big, ci sarà solo Thereau. Il probabile undici barese 09:30 News CdM - Quinto sponsor: probabilmente Peroni 09:00 News Bigica oggi avversario. Lui: "Mi farà effetto" 08:30 In Primo Piano CdS - Scala ha un colpo in canna. Nome top secret. Depennato Corapi, oggi le visite di Corsinelli 08:00 News Esposito, gol in partitella: "Spero non sia l'ultimo..." 07:30 News Ranocchia al Bari? Il post su Instagram di LDL... 07:00 In Primo Piano GdM - Ferrari, accelerata. Triennale con opzione, niente Napoli. Brugman...
PUBBLICITÀ
00:00 Lettera del Tifoso "Il Bari che sta nascendo..."
Martedì 16 Luglio 2019
23:00 In Primo Piano Radici solide sin da subito: Bari, sei sulla strada giusta 22:50 Mercato Pedullà - In arrivo il centrocampista Schiavone 22:00 Amarcord Le meteore del mercato estivo biancorosso - Petropoulos 21:00 Esclusive Ag. Sabbione a TuttoBari: "Se me lo chiederanno se ne parlerà..." 20:00 Serie C Ghirelli: "Soliti gironi". Ecco i probabili raggruppamenti in C 19:30 In Primo Piano UFFICIALE - Ecco Cascione: svincolato dal Foggia, firma triennale 19:00 Serie C Saloni: "Il Bari con i nuovi sarà squadra da battere" 18:00 In Primo Piano La Ternana trasloca nel girone C e Bari rivede il suo passato 17:00 Serie C Ghirelli: "I gironi? Impossibile il criterio nazionale"