SEZIONI NOTIZIE

La sciabolata di... Del Grosso: "Domenica ho visto un po’ di paura. In difesa grossi nomi ma insieme non funzionano. Confermerei il tridente perché…”

di Gianmaria De Candia
Vedi letture
Foto
© foto di ssc bari

Dopo una settimane e prestazioni deludenti, contro il Bisceglie è arrivato un risultato positivo per il Bari, che ha permesso di chiudere il Girone C al quarto posto in classifica. Per inquadrare meglio il momento della squadra abbiamo sentito Alessandro Del Grosso. L’ex difensore biancorosso, intercettato in esclusiva dai nostri microfoni, ha commentato l’andamento della gara e i momenti di difficoltà riscontrati: "Almeno il quarto posto è stato conquistato. Poi si poteva fare meglio, soprattutto in queste ultime partite. Alla fine raccogli quello che semini. Si è vista più compattezza, forse anche dovuta all’obbligo di fare risultato. Poi dobbiamo dire che c’è stata un po’ di paura, infatti dopo l’espulsione del Bisceglie, la squadra è stata molto più libera nelle giocate e nel girare palla. Questo episodio ha portato la tranquillità di farcela. Problemi principali? In difesa ci sono grossi nomi sulla carta ma nell’insieme ognuno manca nell’altro, il sistema non funziona e si soffre".

Pochi dubbi sull’uomo decisivo: "Sarò ripetitivo ma dico Antenucci, nel bene o nel male è l’anima della squadra. Ha avuto tante responsabilità e non si è mai tirato indietro. Non l’ho mai sentito avvilito o parole fuori posto, salvo quell’esultanza polemica (a novembre contro il Catanzaro). Ma i calciatori non sono macchine, dopo tante pressioni nel tempo può capitare. Buon ingresso di Mercurio? Ormai non è più una sorpresa. In giornate opache, ha sempre dato la luce".

Le possibili avversarie al secondo turno dei playoff: "Secondo me potrebbe essere una tra Palermo e Teramo, contro cui in campionato non si è brillato però adesso non conta. C’è solo un obiettivo, vincere, che si giochi male o bene. Mentalmente devi entrare in questo mood. Abbiamo già avuto la prova dei playoff scorsi, lo sai a cosa vai incontro. Giocare per il pareggio porta al non gioco. In questi giorni bisogna preparare un Bari con elmetto e baionetta. Devi essere pronto a tutto, anche alle cose negative come andare sotto. Bisogna trovare soluzioni importanti per ogni evenienza. Adesso da Auteri può venire fuori quel qualcosa in più, vista anche l’esperienza in Serie C e la conoscenza di avversari e giocatori. Tuttavia fino adesso non ho visto un Bari esaltante e con il pallino in mano".

Molto positive le indicazioni sul parco attaccanti composto da Antenucci, Cianci e D’Ursi: "Per me dovrebbe essere confermato. Se hai un tridente del genere, gli avversari devono mettere almeno 4 difensori fissi o addirittura 5 per contenerli, che di conseguenza potrebbe garantire al Bari la superiorità numerica negli altri reparti. Giocando con tre attaccanti vicini, lo spazio te lo crei, come ti giri, hai sempre un appoggio. Si hanno molte più alternative. Domenica hanno fatto bene, non cambierei modulo ma solo la mentalità. Poi magari dall'esterno il 4-3-3 forse sarebbe l'ideale, con due motori ed un cuore in mediana".

Altre notizie
Mercoledì 12 maggio 2021
00:00 News Pres. Casertana: "Se il Bari fa il Bari non ce n'è per nessuno"
Martedì 11 maggio 2021
23:00 News TuttoBari è #social: tutti i modi per seguirci 22:00 In Primo Piano Minelli, che batosta: una stagione sfortunata. Cosa cambia ora in difesa 21:00 Focus Sulla stagione ricompare il fantasma covid: vantaggi e svantaggi sul cammino del Bari 20:00 News Auteri e il Foggia: già 19 sfide. Tutti i precedenti
19:00 In Primo Piano TuttoBari - Marcolini: "Ai playoff deve uscire la compattezza. Uomini chiave? Antenucci è la stella, Cianci..." 18:30 Serie C Padova, stangata per Santini: 10 giornate di squalifica per insulti razzisti 18:00 News Verso Bari-Foggia - Dalle stracittadine di Milano del 2003 alle finali Real-Atletico: quando il derby è da dentro o fuori 17:00 In Primo Piano La Salernitana è in Serie A. Il riscatto di Gyomber e Tutino, la festa anche di Micai. Schiavone dirà addio al Bari, Kupisz... 16:00 Serie C Tacopina: "Catania? Servono 14 milioni di euro per iscriversi al prossimo campionato" 15:00 News Binda: "Con nuovo focolaio, non escludo cambio format in corsa" 14:00 In Primo Piano TuttoBari - Marcolini: "Bari-Foggia non è mai una partita come le altre. Bisogna cancellare l'ultimo periodo" 13:00 Amarcord Storie biancorosse, Cavasin a TuttoBari: "Scesi dalla A alla C, convinto da Matarrese. Il Della Vittoria..." 12:00 News Tragedia a Salerno. Muore un ragazzo nei festeggiamenti per la promozione 11:00 In Primo Piano L'ex Cavasin a TuttoBari: "Playoff, per vincere serve coesione e carattere. Vestire questi colori è un onore" 10:00 Serie C Playoff, domenica prossima il recupero di Triestina-Virtus Verona 09:00 In Primo Piano CdM - L'ex Iorio: "Derby? Si fosse giocato domani, il Foggia avrebbe messo in difficoltà il Bari. I protagonisti saranno due" 08:00 News Rep - Derby rinviato, sarà una vigilia lunghissima 07:15 In Primo Piano La Salernitana in A fa crollare il mito dei malpensanti: multiproprietà non vuol dire succursale. Bari, tutto è possibile 07:00 News I precedenti nei derby ad eliminazione diretta. Equilibrio con il Foggia, le gare con Bitonto e Martina Franca...