Brienza ricorda: "Il gol alla Juve, la Nazionale. La scommessa..."

di Redazione TuttoBari
Vedi letture
Foto

Nel corso della partecipazione al Tb Sport su TeleBari, Ciccio Brienza ha parlato di tanti temi. Il fantasista biancorosso segnò anche un grandissimo gol alla Juventus ai tempi del Palermo: "C'era lo stadio strapieno. Era la Juve di Capello, fortissima. Sono stato tantissimi anni a Palermo, la mia carriera nasce lì, mi piange un po' il cuore nel vederli in questa situazione. La Nazionale? Era l'Italia pre-mondiale di Lippi. Diciamo che ho rischiato di andare al Mondiale se avessi confermato l'anno buono precedente, ero nell'orbita, anche se era quasi impossibile. Lì non giocavano giocatori come Totti...".

Sul pubblico barese... "Deprimersi ed essere passionali è una caratteristica del tifoso del Sud. Se una squadra dà il massimo e si esprime bene il pubblico è riconoscente. Se riesci a fare la prestazione il pubblica lo apprezza".

Di Cesare e la scommessa... "Lui l'ha messa come scommessa, ma non era una vera e propria scommessa. Comunque è anche giusto che pago quando Di Cesare fa più gol di me (ride, ndr)".


Altre notizie